LOMBALGIA

LOMBALGIA

Della Rubrica Settimanale di Sonja – Lombalgia

Oggi tratteremo del dolore nel distretto lombare visto dal punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese, di cui di seguito illustro i principi:

  • Occorre curare il malato e non la malattia
  • Occorre curare il malato prima che lo diventi
  • L’uomo è un microcosmo che riflette le leggi del macrocosmo
  • La teoria yin – yang è una modalità di lettura della realtà fisica
  • È una medicina energetica
  • Attenzione costante alla salutogenesi (all’origine della sofferenza e causa della malattia)
  • Ricerca dell’armonico equilibrio tra yin e yan

Fondamenti di Agopuntura e Medicina Cinese

 

 

 

INTRODUZIONE

Si dice in M.T.C che la regione lombare è il palazzo dei Reni che nella fisiologia energetica:

  • immagazzinano il jing qi e perciò governano nascita, crescita, sviluppo e riproduzione
  • il Rene è il fondamento dello yin e dello yang
  • domina il metabolismo dell’acqua, distilla i liquidi e capta l’energia respiratoria
  • domina le ossa e produce il midollo che riempie il cervello
  • si apre alle orecchie
  • si manifesta ai capelli
  • è la residenza dello zii cioè la volontà
  • è in relazione con il ming men
  • governa la sessualità
  • governa il sistema nervoso centrale, periferico endocrino  
  • controlla gli orifizi del basso

Nella visione energetica le lombalgie sono differenti tra loro come anche le cause e sindromi, vediamole.

Cause interne congenite o acquisite, stress fisici e mentali, sindromi da:

  • umidità-calore
  • deficit di yin di rene
  • deficit di yang di rene

Cause esterne cosmopatogene e traumi, sindromi da:

  • vento-freddo
  • vento-umidità
  • stasi di sangue

SINDROMI DI DEFICIT DI YANG DI RENE

Nella prima sindrome avremo un tipico dolore sordo e profondo che può essere associato a stanchezza lombare e sensazione di freddo avvertita anche ai glutei e alle ginocchia, si può avvertire dolore anche localizzato alle ginocchia con cedimento e debolezza, incontinenza urinaria, diarrea liquida mattutina.

E’ quel tipo di dolore che ci dà il buongiorno e che ci accompagna tutta la giornata

Se ricorderete, negli articoli precedenti ho parlato yang che è associato al calore e al movimento quindi in deficit risentirò della sensazione di freddo e potrebbe peggiorare col movimento.

Com’è l’approccio della M.T.C in questo caso?

Ci si serve dei punti di agopuntura per tonificare il vuoto energetico e si scaldano alcuni punti con l’ausilio della moxa per esempio…(applicata da un operatore specializzato)

CONSIGLI UTILI

Ciò che posso consigliare è il riposo, scaldate la zona lombare con sale caldo impacco oppure unguento di Eugenia / Solidago e ridurre alcuni movimenti. Preventivo ed efficace è praticare il Qi Gong, letteralmente lavoro sulla propria energia, che aiuta a ritrovare la postura corretta, rimuove contratture antalgiche, allunga la muscolatura di tutto il corpo compresa la schiena, migliora la circolazione del qi (energia) lungo tutta la colonna vertebrale e all’ interno dei meridiani coinvolti all’origine del dolore. Inoltre, può ridurlo ed allevia i disagi psichici che il mal di schiena può apportare.

ESERCIZI DI QIGONG

Un esercizio utile è il Palo, utile per rafforzare la zona renale: posizione eretta e piedi distanti quanto la larghezza delle spalle ben radicati a terra, anche rilassate e rotazione del pavimento pelvico, portiamo il coccige verso il basso, braccia come se dovessimo abbracciare un albero , spalle rilassate e inspirando gonfio l’addome ed espirando lo contraggo leggermente portando fuori l’aria dal naso.

Atlante di Agopuntura

Un altro esercizio utile che sembra banale ma non lo è: prendete una pallina da tennis e al mattino fate dolcemente una pressione con movimento di rotazione sotto la pianta del piede, si stimola e tonifica il punto Rene 1 (Yong Quan localizzato nell’avvallamento al centro della pianta del piede tra i cuscinetti plantari) indicato per le lombalgie e per calmare lo shen la mente.

Atlante di Agopuntura

 

SINDROME DI STASI DI SANGUE

Un’ altra sindrome menzionata è la Stasi di sangue quindi un blocco/ostruzione energetico o comunemente trauma tipo colpo della strega o dolore che insorge dopo aver sollevato un peso. Il dolore sarà acuto, trafittivo, localizzato, associato a rigidità e alla difficoltà dei movimenti, si accentua con una pressione o palpazione della zona.

Il dolore peggiora con la staticità della posizione, vi possono essere dei sintomi associati quali: dolore distensivo degli ipocondri e nevralgie costali e si può essere irascibili.

 Com’è l’approccio della M.T.C in questo caso?

Alleviare il dolore promuovendo la circolazione del sangue, attraverso i punti che ne promuovono la circolazione con manipolazioni e lievi mobilizzazioni, anche l’uso corretto della coppettazione attraverso lo scollamento dei tessuti smuove il sangue a la circolazione. (tecnica complementare della Medicina Cinese che va eseguita da professionisti formati)

Durante le mie sedute mi avvalgo anche della stimolazione di alcuni punti riflesso del piede secondo il massaggio del piede cinese tecnica non invasiva, ogni punto del corpo corrisponde ad un organo o parte del corpo

Poster di Riflessologia Plantare

TISANA SFIAMMANTE

Tisana: malva20, calendula 20, camomilla 20, alloro 15, finocchio 20, liquerizia 10, menta 10 da bere durante il giorno aiuta a sfiammare l’intestino, frequentemente alcuni mal di schiena possono essere correlati al rallentamento della mobilità intestinale (stipsi) che è collegato alle lombari.

In presenza di patologie occorre consultare il proprio medico, in quanto le indicazioni e i consigli richiedono una chiave di lettura energetica e non sono da ritenersi di valore medico e prescrittivo. 

Per consigli, sono a Vostra disposizione anche e soprattutto adesso

Sonja 339 569 79 64